Ultimi articoli

Roberto Baggioni

roberto-baggioni-2

E’ scomparso Roberto Baggioni, uno dei fondatori del Gruppo Funghi e Flora di Forlimpopoli

di Nevio Agostini – Parco Foreste Casentinesi

Lunedì mattina a Forlimpopoli le campane hanno suonato per un breve momento a festa… A Don Aldo, che conosceva bene Roberto Baggioni, è venuto naturale invitare i suoi tantissimi amici, nel giorno del suo funerale, a ricordarlo come se fosse una festa, lui sarebbe stato felice. Infatti la cerimonia è stata molto diversa dal solito, moltissimi gli interventi commossi hanno tracciato una figura di riferimento assoluto nel panorama del volontariato civile, naturalistico e culturale della comunità forlimpopolese e non solo.

Nato nel 1942 Roberto è stato per oltre 50 anni il calzolaio di Forlimpopoli e come ha detto l’ex Sindaco, ora Consigliere regionale Paolo Zoffoli, la sua bottega rappresentava il salotto della città, dove Roberto, senza mai smettere di lavorare, aveva parole per tutti su come organizzare iniziative o semplicemente aggiustare ogni cosa, dagli oggetti alle vite delle persone che con grande empatia sapeva ascoltare.

Negli anni ebbe diversi riconoscimenti tra cui quello di Cavaliere dell’Ordine al merito della Repubblica italiana, ma quello che amava di più era quello di “Pastore degli Alberi” dovuto al fatto che da 22 anni organizzava e seguiva la festa in cui si pianta un albero per ogni bambino nato. Fondò e partecipò attivamente a molte associazioni, ma la più amata, che nacque nel 1983, era il “Gruppo funghi e flora”. Proprio Roberto e l’amico Adriano Vitali del Gruppo funghi e flora chiesero al sottoscritto di collaborare per far sì che il territorio del Parco non fosse solo teatro di attività di raccolta funghi, ma il luogo privilegiato per vivere la propria passione per la natura e lo stare insieme. Così per oltre 10 anni, ogni inizio stagione, ci recavamo a Forlimpopoli per una conferenza e la presentazione di un ricco programma di escursioni nel Parco. Era sempre un momento di festa e condivisione dell’amore per gli altri e per la natura. Come del resto è stato lunedì mattina per ricordare il grande calzolaio di Forlimpopoli.

Nevio Agostini, Servizio Promozione PNFC


Scritto in Annunci

E' morto il nostro Capo, Roberto Baggioni

e-morto-il-nostro-capo-roberto-baggioni

Vi diamo il triste annuncio della morte di Roberto Baggioni avvenuta oggi venerdì 21 settembre 2018.

Capo del Gruppo Funghi e Flora, Pastore degli Alberi, anima verde di Forlimpopoli, una splendida persona. Roberto, purtroppo, non sarà più fisicamente presente ma resterà con noi, per sempre, come una guida e un esempio fortissimo di operosità, di lealtà e di rettitudine.
I funerali avranno luogo lunedì 24 settembre alle ore 10 partendo dall’ obitorio di Forlimpopoli per raggiungere poi la chiesa di S. Pietro.

Roberto, sei stato tra i fondatori del nostro Gruppo Funghi e Flora nel 1983.

Per 35 anni sei stato il nostro Capo, come a te piaceva essere chiamato non Presidente. Sei stato la nostra guida autorevole ma non autoritaria, sei stato il nostro generosissimo amico. Ci hai insegnato ad amare la Natura in tutti i suoi aspetti e hai sempre stimolato in noi la curiosità ad apprendere e a non fermarci alla superficialità delle cose.

Ma soprattutto, carissimo Roberto, ci hai educati al rispetto reciproco, alla semplicità e all’ onestà.

Ci mancheranno molto i tuoi consigli che tu elargivi con tanto buon senso! Noi ce la metteremo tutta per non deluderti ma sappiamo purtroppo che niente sarà più come prima.

Tu resterai sempre, per tutti noi, un esempio da seguire e continuerai ad essere presente più che mai nei nostri cuori e nella nostra mente.

Ciao Roberto!


Scritto in Annunci

11 febbraio 2018 - Pranzo sociale per il 35° Anniversario del Gruppo -

11-febbraio-2018-pranzo-sociale-per-il-35-anniversario-del-gruppo

Domenica 11 febbraio 2 018

1983 - 2018

Domenica 11 febbraio 2 018

1983 - 2018

35° anniversario della Fondazione

del Gruppo Funghi e Flora di Forlimpopoli

Pranzo sociale al Ristorante “Panoramico”

Massa – Vecchiazzano (frazione di Forlì)

quota individuale 30 €

Il pranzo sarà allietato dal Gruppo

“Duo Solare”

Contatti per le adesioni:

Oriano Piazza 339 4155678

Angela Balzani 340 8214629

sede del Gruppo - Piazza Fratti 2 Forlimpopoli

giovedì mattina 9-12 o lunedì sera 21-23

Menu

Antipasti: battilarda di salumi- crostini misti

Primi piatti: tris di minestre

Secondi: arrosti misti e carne ai ferri

Contorni vari

Dolce artigianale preparato dal nostro socio

pasticcere Luigi Baravelli

Vino, acqua, caffè, digestivi


Scritto in Annunci

Pietro Zangheri e la natura di Romagna

pietro-zangheri-e-la-natura-di-romagna

Su iniziativa di Adriano Vitali del Gruppo Funghi e Flora di Forlimpopoli

Con la collaborazione del Parco Nazionale Foreste Casentinesi Falterona e Campigna

Lunedi’ 20 marzo 2017 alle ore 16

nell’Aula Magna dell’Istituto Alberghiero di Forlimpopoli

Si terrà un incontro di formazione didattica degli insegnanti degli Istituti Comprensivi di Forlimpopoli

sul tema

Pietro Zangheri e la Natura di Romagna

Allo scopo di far conoscere e divulgare l’illustre figura di Pietro Zangheri indiscusso padre delle ricerche naturalistiche e di difesa del territorio romagnolo

Relatori: Dr.Nevio Agostini: Pietro Zangheri

Dr. Franco Locatelli: proposte didattiche di visite nel del Parco per le scuole

Dr. Giancarlo Tedaldi: perdita di Biodiversità e attualità di temi ambientali


Scritto in Annunci

commento al sito di Valda Valentini

commento-al-sito-di-valda-valentini

Ogni persona del gruppo “Funghi e Flora di Forlimpopoli” con le sue caratteristiche forma nell’ insieme un tripudio di colori e di luci e di vivace animazione. Vorrei evidenziare in particolare:

- quello che noi tutti chiamiamo e riconosciamo “capo” nel senso di “pater familias”, Roberto Baggioni che ci coinvolge in modo spontaneo e naturale e ci accoglie con sensibilità e comprensione;

- Giuseppe Liverani che condisce ogni zoomata della sua cinepresa con ironici ed arguti commenti e che, quale conoscitore degli ambienti, prepara le escursioni, le spiega lungo il percorso e si entusiasma quando riesce a portarle a buon fine.

- Renzo, il cavalier gentile, che è stato a lungo il nostro professore conoscitore di ogni passato piccolo segno umano lungo i sentieri del nostro Appennino e che tuttora riconosce ed ammira partecipe.

- Giuseppe Pieraccini il nostro botanico di riferimento: difficile che non sappia identificare una pianta, spiegarne l’uso, raccontare di essa ogni possibile risvolto.

- Ma devo assolutamente soffermarmi sul lavoro immane che conduce Dora: ad ogni uscita si prepara per poi farci parte delle sue conoscenze inerenti il soggetto del giorno, così mentre noi camminiamo, guardiamo e parliamo spensieratamente, lei fotografa e si appunta ogni tappa, ogni notizia. Al ritorno scarica le foto, raccoglie quelle degli altri, seleziona, si documenta ulteriormente ad esempio per verificare o identificare con più certezza una pianta affidandole il suo nome scientifico e infine commenta. Di ogni escursione od eventuale gita, grazie alla sua disponibilità, abbiamo un vero documentario, ricco di notizie e di immagini di alta qualità. A me personalmente questo lavoro fatto serve molto per ricordare i luoghi, per approfondire la conoscenza dei nostri ambienti e delle nostre piante così da continuare a coltivare la mia profonda passione per l’escursione e la conoscenza del nostro bellissimo Paese.

A monte di quanto detto c’è stato l’inserimento dei dati nel sito.

Il risultato è un diamante di cultura paesaggistica e naturalistica. Dobbiamo essere fieri e grati della diffusione nel mondo di queste preziosità che escono, invece che da un cappello magico, da questo fantastico gruppo a cui sono orgogliosa di appartenere.

Le mie sono parole poverette in confronto a questa grande avventura e mi piacerebbe che altre voci, che so essere più qualificate, si esprimessero a questo proposito.

Valda


Scritto in Annunci